Contrariamente a quanto si pensa, la birra è una bevanda capace di sposarsi molto bene con diverse tipologie di cibo.
Anche se in linea generale non è sbagliato, non basta abbinare la birra alla pietanza in base al colore, e quindi scegliere una birra chiara per piatti più leggeri e una birra scura per piatti più complessi di gusto, ma è importante tenere in considerazione alcune caratteristiche organolettiche della birra e dei piatti per capire come esaltare al meglio i sapori.

come abbinare la birra:
beer & food pairing

Con il termine beer and food pairing si intende la selezione di una birra in grado di esaltare e completare un piatto, senza sovrastarne il sapore.

Esistono birre amare, speziate, fruttate, con un grado alcolico più o meno alto che necessitano di alcuni accorgimenti per essere correttamente abbinate ai cibi.

Non sempre è facile scegliere il giusto abbinamento: occorre, infatti, considerare le caratteristiche della birra in termini di corpo, percentuale di alcol, ma anche la composizione del piatto, presenza di elementi dolci, salati o amari, il livello di “grassezza”, spezie e aromi. Una birra molto luppolata è, per esempio, ideale per bilanciare un piatto grasso ma, al contrario, enfatizzerà un cibo molto speziato o piccante. Le birre acide vanno, invece, bene per piatti dai sapori più impegnativi perché permettono di creare il perfetto bilanciamento degli aromi.

Sono due, in particolare, i criteri di abbinamento che si utilizzano principalmente: per contrasto o per concordanza.

 
Attenzione! Non possiamo scegliere uno dei due in base alle nostre preferenze, ma a seconda delle proprietà organolettiche del piatto che abbiamo di fronte uno dei due approcci avrà la meglio sull’altro.

abbinamento per contrasto

Si lavora sulle caratteristiche diverse della pietanza e della birra cercando di creare un equilibrio tra aroma e sapore, evitando di far prevalere l’uno sull’altro. L’abbinamento per contrasto viene spesso utilizzato per pulire la bocca e preparare il palato al piatto successivo.
I cibi a tendenza dolce richiedono, infatti, una birra dotata di una consistenza più corposa. Al contrario, alimenti a tendenza amarognola, come carni grigliate, speziature elevate o elementi acidi come salse a base di pomodoro, vengono bilanciati da birre più morbide, ideali per smorzare il sapore dei piatti.

per concordanza

Il principio dell’affinità consiste, invece, nell’accostamento di aromi e sapori simili fra di loro, donando armonia al palato. In particolare, questo tipo di abbinamento considera gli aspetti di struttura e intensità gustativo-olfattiva di cibo e birra. Ecco perché in questo caso ad alimenti più strutturati si associano birre dal carattere forte, corpose, come nel caso di cibi speziati che bene si sposano a birra con un’aromaticità particolare.

E l’umami? Questo gusto particolare e difficile da descrivere, tipico del parmigiano e dei funghi, viene solitamente abbinato a birre con malti tostati.

Ma come abbinare la DAB?

Le birre DAB sono l’accompagnamento ideale per tutto pasto. Nello specifico:

  • DAB Export è una birra bionda dal gusto morbido e pulito con lievi marcature amaricanti, particolarmente adatta a piatti leggeri come carpaccio di pesce, formaggi delicati, verdure crude e bollite.
  • DAB Kellerbier 1868 è ottima come aperitivo, con carni bianche e grigliata di pesce grazie alle note intense maltate e floreali che ci portano alla riscoperta dei sapori del passato.
  • DAB Hoppy Lager è una birra di facile bevuta caratterizzata da note agrumate e floreali intense, ideale come aperitivo, con le verdure, carni bianche e pesce al forno o alla griglia.
  • DAB Radler è il mix ideale di DAB e limonata naturale dal gusto rinfrescante. Si accompagna molto bene ad aperitivi a base di pesce o crostacei.

seguici
su facebook